Canone TV

Dal 2016, per effetto della Legge di Stabilità, il Canone TV viene inserito nella bolletta di energia elettrica per i titolari di utenza di fornitura di energia elettrica nel luogo di residenza anagrafica.

E’ tenuto al pagamento del canone chiunque detiene un apparecchio televisivo, dove per apparecchio televisivo si intende un apparecchio in grado di ricevere, decodificare e visualizzare il segnale digitale terrestre o satellitare

Il canone è dovuto una sola volta in relazione a tutti gli apparecchi detenuti dai componenti della stessa famiglia anagrafica, indipendentemente dal numero di abitazioni in cui sono presenti apparecchi tv.

L’importo per il 2017 è di 90€, suddiviso in 10 rate mensili da 9€ da Gennaio ad Ottobre.
L’importo per il 2016 è stato di 100€.

Le normative applicative emesse prevedono che le Aziende di vendita di energia elettrica ricevano mensilmente i file con gli elenchi dei contribuenti a cui applicare il canone TV con i relativi importi, di addebito o di storno.

Le Aziende di vendita di energia elettrica non possono quindi entrare nel merito dell’applicazione del Canone TV, né stornare o applicare rimborsi sulla base di quanto comunicato dai clienti.

Per maggiori informazioni si invita a consultare la sezione relativa alle domande frequenti relative al canone TV sui siti web dell’AGENZIA DELLE ENTRATE e della RAI

 

ESENZIONI DAL PAGAMENTO DEL CANONE TV

Sono esentati dal pagamento del canone:

  • Possessori di soli apparecchi radio o computer privo di sintonizzatore TV
  • Persone da 75 anni di età e reddito non superiore a 6.713,98 euro (compresi redditi di familiari conviventi). La Legge prevede di costituire un fondo per finanziare l’estensione dell’agevolazione portando il limite reddituale da 6.713,98 euro a 8.000 euro
  • Ospedali militari, Case del Soldato e Sale convegno dei Militari delle Forze Armate
  • Militari di cittadinanza straniera appartenenti alle Forze Armare della NATO di stanza in Italia
  • Agenti diplomatici e consolari, secondo le caratteristiche previste (verifica sul sito della RAI)
  • Esercizi di riparazione o commercializzazione di apparecchiature di ricezione radio televisive

La richiesta di esenzione dal pagamento del Canone, al pari della dichiarazione di non detenere apparecchi atti alla ricezione delle trasmissioni televisive, deve essere unicamente inoltrata all’Agenzia delle Entrate nelle modalità definite dall’Agenzia stessa.
Se hai dubbi sul Canone TV o sulle modalità di rimborso, puoi:

 

RICHIESTA DI RIMBORSO DEL CANONE TV AD AGENZIA DELLE ENTRATE

Il contribuente può chiedere il rimborso di importi a suo giudizio non dovuti direttamente all’Agenzia delle Entrate secondo le modalità definite con apposito provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 02/08/2016

La richiesta può essere inviata tramite l’applicazione disponibile sul sito di Agenzia delle Entrate.

Parla con il nostro esperto gas e luce    

AEVV Energie è un marchio di
ACEL Energie S.r.l. - Società unipersonale

Sede Legale: Via Amendola, 4
23900 Lecco (LC)

protocollo@pec.acelenergie.it
info@acelenergie.it

Capitale sociale ACEL ENERGIE:
6.000.000 € Interamente versato

R.E.A. LC 326133.
Registro Imprese C.C.I.A.A. di Lecco.
C.E. e P. IVA 037730401313
Tel. +39 0341.228611
Fax +39 0341.353.293
Servizio Clienti 800.822.034
www.acelenergie.it

Società soggetta all'attività di direzione e coordinamento da parte di Acsm Agam S.p.A.